Notizie

“Prender parte al contesto urbano di cui si è parte”

A Casa Fenderl di Vittorio Veneto da mercoledì 9 marzo tornano “I pomeriggi della Mediaetà”, ciclo di incontri organizzati dall’associazione Medi@età per riflettere, condividere e dialogare su esigenze di soggettività ed esigenze di comunità

VITTORIO VENETO, 2 MARZO 2016 – Conoscere le regole del vivere comune, saper instaurare nuove relazioni, conoscere racconti e simboli sparsi sul territorio, testimoni del tempo che passa e dell’azione dell’uomo. E’ un invito a “prender parte al contesto urbano di cui si è parte” il nuovo ciclo di incontri organizzati dall’associazione Medi@età di Vittorio Veneto. Da mercoledì 9 marzo riprendono, a Casa Fenderl, “I pomeriggi della Mediaetà”, sei appuntamenti aperti a tutti e un invito a prendere atto di come le esigenze soggettive si incontrino con quelle della comunità.

«La nostra Comunità non è fatta solo di case e di strade – sottolinea Medi@età -. E’ fatta del vivere insieme, di condivisione, di collaborazione. Vi è una dimensione circolare del tempo intrisa del gusto sapido del passato e del futuro, fusi in un presente gioiosamente vissuto, aperto su un orizzonte più ampio che ci sollecita a mettere in campo azioni positive per la qualità della convivenza».

Si inizia, mercoledì 9 marzo alle 15, con “Le regole del vivere comune”: Luigi De Martin propone un viaggio alla scoperta degli organi locali, dal comune alla regione passando per la provincia, per capire quali sono le loro competenze e come queste si relazionano con la comunità. A seguire, mercoledì 23 marzo “La relazione”: un focus sulle relazioni curato dal gruppo “Giocatori in scatola”. Proprio grazie a dei giochi da tavolo si evidenzierà come sia possibile instaurare e rafforzare relazioni, grazie anche ad un momento ludico scandito da arguzia e brio. Mercoledì 30 marzo secondo appuntamento con “Le regole del vivere comune”, mentre il tema del pomeriggio di mercoledì 13 aprile, curato da Rita Da Re e Flora Dei Tos, sarà “La creatività” e, nello specifico, come favole, racconti e poesie custodite nei nostri ricordi possano oggi essere rivisitate per ritrovarne il significato. Si prosegue con “Il colore liberato” a cura di Antonella Uliana giovedì 21 aprile, un viaggio dall’imitazione del mondo fenomenico alla rappresentazione del mondo interiore, per concludere mercoledì 4 maggio con “I segni del sacro” a cura di Silvia Bevilacqua che evidenzierà come i simboli sparsi sul territorio siano testimoni delle stagioni, dell’operosità e della spiritualità della comunità.

L’appuntamento con “I pomeriggi della Mediaetà” è presso Casa Fenderl (al 2° piano), in via San Gottardo 91 a Vittorio Veneto. Gli incontri si tengono dalle 15 alle 17 con ingresso libero e sono organizzati da Medi@età che è promotrice di iniziative destinate a quella fascia di popolazione che affronta il passaggio tra l'età matura e quella anziana. Per informazioni 338/1961456, e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.mediaeta.org.

The Best betting exchange http://f.artbetting.net/
Full reviw on bet365 b.artbetting.net by artbetting.net
www.bigtheme.net

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Approfondisci