Notizie

Un corso per diventare custodi di storie - iscrizioni entro il 4 novembre

VITTORIO VENETO, 27 OTT. 2017 – Un corso per diventare custodi delle storie proprie e di quelle degli altri. C’è tempo fino al 4 novembre per iscriversi al laboratorio gratuito di autobiografia promosso dall’associazione Medi@età in collaborazione con il Coordinamento Volontariato Sinistra Piave e con il supporto della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. Le lezioni, per una durata di 30 ore, prenderanno avvio al raggiungimento diun numero massimodi 18 persone.Obiettivo è imparare a raccontarsi e a raccontare, facendo della narrazione uno strumento di relazione e di aiuto.

A distanza di sette anni dal primo laboratorio di autobiografia, Medi@età ha deciso di riproporre il corso che ha lo scopo di formare un gruppo di volontari chiamati a diventare custodi di storie individuali e collettive. Proprio dopo il primo corso, un gruppo di volontari-custodi di storie ha realizzato alcune pubblicazioni: “Il sole non dimentica nessun villaggio” con racconti autobiografici di migranti, “Specchi di vita”, “Vite che si raccontano” e “Mi è mancato tutto, non mi è mancato niente. Donne e uomini di Casa Fenzi si raccontano” edito nel 2017. Ora dunque il nuovo corso che vuole dare seguito al cammino intrapreso sette anni fa.

Le lezioni, a Casa Fenderl, inizieranno a novembre per concludersi a febbraio 2018. Il calendario prevede 10 lezioni da tre ore ciascuna a cadenza settimanale (previste il venerdì o il sabato dalle 9 alle 12, giornate e orari in via di definizione). La prima parte del corso è dedicata al tema “Come diventare custodi delle proprie storie” e sarà guidata dalla formatrice Cecilia Zuppini della Libera Università dell’Autobiografia. Nelle iniziali cinque lezioni si affronterà la narrazione delle diverse fasi della vita, cioè un ritratto di sé in continuo mutamento, e ci si cimenterà nella scrittura, intesa anche come piacere per conoscere maggiormente se stessi ed esplorare i propri limiti. Il secondo modulo partirà a gennaio per altre cinque lezioni guidate da Maria Rosaria Baldin, sempre della Libera Università dell’Autobiografia. Punterà sul tema “Come diventare custodi delle storie degli altri”, approfondendo le metodologie autobiografiche e il significato della raccolta di storie di vita partendo dall’ascolto e dalla relazione con l’altro, per poi costruire una traccia di intervista sulla storia di vita, apprendere le tecniche del colloquio autobiografico, trascrivere le storie di vita e infine restituirle alla collettività.

Per informazioni e iscrizioni entro il 4 novembre: Raffaella Dal Vecchio cell. 338.1961456 o email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. . La partecipazione è gratuita, richiesto l’impegno alla presenza attiva. La sede del corso è al secondo piano di Casa Fenderl in via San Gottardo 91 a Vittorio Veneto. Associazione Medi@età: www.mediaeta.org.

*Associazione Medi@età

Medi@età è un’associazione di volontariato della Sinistra Piave, con sede a Vittorio Veneto, costituita nel 2008 per accompagnare e valorizzare le persone che affrontano il passaggio dall’età matura a quella anziana, creando nuove opportunità di socialità, di interesse culturale e sociale e di aiuto reciproco. È aperta a nuove esperienze di economia civile e solidale nell’ottica della gratuità, della sobrietà e del rispetto dell’ambiente come impegno di solidarietà per le future generazioni. Nel 2010 ha avviato la raccolta di autobiografie di donne e uomini del territorio. Dal 2015 gestisce con i propri volontari i Centri di Sollievo di Cappella Maggiore, Bibano di Godega e Codognè.

*Libera Università dell’Autobiografia

La Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari è stata fondata nel 1998. Da allora si è affermata come comunità di ricerca, formazione e diffusione della cultura della memoria in ogni ambito. Partecipano alle sue attività centinaia di persone che qui hanno appreso l’arte della scrittura di sé, hanno ascoltato le voci più autorevoli nel campo degli studi auto e biografici in Italia e all’estero, hanno ricevuto orientamenti per declinare nelle loro aree professionali i principi, i metodi, gli sviluppi della “pedagogia della memoria”.

The Best betting exchange http://f.artbetting.net/
Full reviw on bet365 b.artbetting.net by artbetting.net
www.bigtheme.net

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Approfondisci